Apprendistato professionalizzante: vantaggi per le aziende e per i dipendenti.

Apprendistato professionalizzante: vantaggi per le aziende e per i dipendenti.

formazione per apprendisti contratto di apprendistato professionalizzanteL’apprendistato professionalizzante è un contratto a tempo indeterminato che nasce per fronteggiare la disoccupazione tra i giovani di età compresa tra i 18 e 29 anni. 

Il contratto di apprendistato viene definito anche contratto formativo perché le attività lavorative si alternano a momenti di formazione che possono tenersi sia all’interno che all’esterno dell’azienda. 

Questa tipologia contrattuale offre vantaggi alle imprese – dal punto di vista contributivo e normativo – e ai dipendenti, che affiancati ad un tutor, hanno la possibilità di crescere professionalmente e di acquisire un ampio ventaglio di competenze. 

L’apprendistato professionalizzante ha una durata che varia dai 6 mesi ai 3 anni, ad eccezione del settore artigianato che può durare anche 5 anni. 

 

Apprendistato: stipendio e altri benefici 

Agli apprendisti sono riconosciute tutte le tutele (salariali e previdenziali) di cui godono dipendenti con altre tipologie contrattuali, sono riconosciuti anche ammortizzatori sociali nel caso in cui l’azienda si trovi ad attraversare un particolare periodo di crisi. 

I benefici del contratto di apprendistato professionalizzante sono:

  • La formazione (120 ore in tre anni) 
  • La presenza di un tutor, che ha il compito di affiancare l’apprendista nello svolgimento delle mansioni. 

Apprendistato professionalizzante: Vantaggi per le aziende. 

I datori di lavoro, se non occupano oltre 9 risorse hanno diritto ad uno sgravio totale della contribuzione dovuta per i contratti di apprendistato di 1° livello stipulati nel 2021. 

Hanno la possibilità di poter inquadrare la risorsa a due livelli inferiori. 

Contribuzione ridotta per i 12 mesi successivi all’assunzione. 

Le ore esterne di formazione non sono a carico dell’azienda. 

Le aziende per poter assumere attraverso un contratto di apprendistato devono  assegnare un tutor. 

Contratto di mestiere: i beneficiari 

Tutte le aziende private possono stipulare il contratto di apprendistato professionalizzante. 

L’unica limitazione imposta dal legislatore riguarda il numero di dipendenti assunti attraverso questa tipologia contrattuale, per evitare abusi e usi impropri. 

Nello specifico: 

Da zero a due lavoratori specializzati possono essere assunti 3 apprendisti 

Da 3 a 9 lavoratori il rapporto tra apprendisti e lavoratori qualificati è 1:1 

Oltre 9 lavoratori il numero massimo è 3 apprendisti ogni 2 lavoratori qualificati 

Per le aziende artigiane fa riferimento la legge quadro per l’artigianato

Apprendistato professionalizzante in somministrazione

È possibile usufruire dello staff leasing in somministrazione, attraverso questo strumento le aziende possono: 

  • Ricevere una rosa di candidatura anche in settori specifici e dunque non facilmente reperibili. 

  • Esternalizzazione di tutti i processi burocratici

  • Consulenza a 360° riguardo la gestione del contratto

  • Ottimizzare i costi di amministrazione, formazione e welfare. 

Il contratto di apprendistato risulta essere la soluzione più vantaggiosa per aziende e dipendenti, i quali attraverso la stipula del contratto l’una e l’altra parte possono usufruire di più benedici. 

Lo staff leasing consente alle aziende di gestire e tutelare tutti quei lavoratori per cui è richiesta una prestazione di lunga durata, senza il vincolo di un contratto diretto a tempo indeterminato.

Richiedi  una consulenza gratuita e ricevi aggiornamenti e nozioni  in materia di diritto mirato e soluzioni vantaggiose per le aziende.

Chiudi il menu